Virginia Raggi e la falsa teoria che a non spendere soldi si risparmia

E’ da poco terminata la conferenza stampa in cui il sindaco di Roma Virginia Raggi ha dichiarato la rinuncia alle Olimpiadi perchè, sostanzialmente, userà i soldi dei romani per riempire le buche nelle strade. Una strana sensazione di deja vu….

Questa teoria di una schiera di sindaci non solo grillini, per cui a tenere i cordoni della borsa sempre chiusi se ne giova l’economia della città non sta in piedi. Per le Olimpiadi come per altre opere pubbliche. Lo slogan “sono i soldi dei cittadini e ne rispondiamo a loro” non ha senso per un pubblico amministratore se significa “voi me li avete dati e io fra cinque anni ve li restituisco intoccati”. Basterebbe ricordare l’evangelica parabola dei talenti e come viene “ricompensato” colui che sotterra il suo soldo mentre gli altri coi denari ricevuti dal padrone investono e moltiplicano. Certo, avrebbero potuto dire “se li moltiplico magari arriva uno che mi truffa o mi deruba”, ma hanno investito.

Lo stesso dovrebbe fare un Comune. Non è passato molto tempo dacchè anche lungo la bretella (che verrà) abbiamo avuto un sindaco che si rifiutava di investire un singolo tallero dei soldi comunali ma li usava per riempire le buche. Non si vogliono assolutamente qui fare nomi né dare il via alla saga delle dietrologie. Però per due anni riempì buche e poi i soldi lasciati lì a salare, senza partners, senza investimenti con qualche ritorno, senza revisioni del piano comunale, senza perequazioni sull’urbanistica del territorio finirono e da lì in poi invece di riempire buche faticò anche a pagare la bolletta dei lampioni stradali. Non si vuole qui esprimere nessun giudizio di merito per carità, però quelli prima e quelli dopo le bollette le hanno sempre pagate, pur facendo ampi investimenti pubblici. Quindi…

Inutile pensare che Virginia Raggi consideri questo nostro esempio locale.

Ma la ricetta che rifiuta a priori è in realtà semplice: si fanno arrivare i soldi, se ne moltiplica l’effetto benefico dotando la città non solo di impianti sportivi ma di tutte le infrastrutture per raggiungerli e per ottenere un effetto di pulizia ed efficienza agli occhi del mondo, che sarebbe arrivato a Roma per le Olimpiadi. Non ha voluto, riempirà le buche dei romani, i ruderi delle piscine dei mondiali 2009 resteranno tali, la metropolitana resterà incompiuta ecc. ecc. Le auguriamo di riuscire almeno a pagare la luce. Roma ne usa tanta…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...