La zuffa politica sui soldi alla chiesa fioranese

Succede che a Fiorano venga sospeso il contributo che andava alla chiesa cattolica (e anche alle altre confessioni che ne facevano richiesta) dagli oneri di urbanizzazione secondaria (nella misura del 7 per cento).

Succede perchè: il Movimento 5 stelle ne ha fatto una battaglia e una mozione proponendola con tanta intensità da necessitare di due sedute consigliari per trattarla; ma anche perchè nel frattempo il responsabile della Regione Emilia Romagna si è espresso, precisando che l’obbligo di legge, legato a una vecchia norma, non esiste più e quindi anche il Pd sceglie di rivedere il provvedimento, per ora sospendendo l’erogazione in attesa di elaborare una soluzione unica con l’Unione.

Succede che, placati almeno in parte i grillini con la sospensione (che non basta, loro volevano l’abolizione) si scatena il consigliere di centro-destra Pantelis Assimakis, accusando il sindaco Tosi di svolta laicista e sottolineando che “a rimetterci saranno i cittadini: oggi la chiesa si fa carico di assistenza ai bisognosi, ai poveri, all’infanzia, agli anziani”.

Tosi replica ad Assimakis sottolineando soprattutto i toni inaccettabili, Il Pd gli fa eco ma aggiunge che anche se questi fondi non ci sono più, Fiorano fa e elargisce tanto per la chiesa: “Contributi al Gruppo Babele in ambito socio-educativo per attività rivolte ai ragazzi fino alla terza media; rimborso della rata del mutuo per la ristrutturazione della casa per anziani e scuola materna Coccapani; contributo per la ristrutturazione della chiesa di Nirano, vari contributi elargiti per progetti e opere realizzate nell’interesse collettivo”.

E’ una faccenda, ci si permetta, nata sbilenca. La battaglia “ideologica” riguarda un contributo annuo dell’entità di 7-10mila euro al massimo, non ci paghi neanche un mese di vita della Coccapani, struttura per anziani che la chiesa mette a disposizione di Fiorano, tanto per dire; la ricaduta pratica è minima, la visibilità invece, parlando di chiesa, diventa massima e per questo un tema secondario è sulle pagine di stampa già da un mese; tanto che alla fine il Pd sente addirittura il bisogno di rassicurare la chiesa che, vabbè, questi soldi vengono a mancare ma comunque continuano ad arrivarne tanti altri. Non una bella figura per nessuno dei protagonisti, ci si consenta. Eccetto proprio la chiesa, che sul tema non si è espressa e magari neanche lo sa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...