Si approva il progetto Cisa Cerdisa e intanto si innesca la bomba “Mezzavia”

Cisa Cerdisa è pronta per accogliere il nuovo supermercato Coop, un parco, un distributore di benzina a basso costo, due rotatorie, un ponte ciclo-pedonale, un po’ di negozi, una bella quota di residenziale che probabilmente resterà invenduto, forse un multisala.

Alla fine qualunque cosa sia, contano la bonifica del territorio, la permeabilizzazione di una bella area, ma nè i problemi nè le soluzioni saranno qui. Tutto verrà ribaltato sulla vicina zona di Mezzavia, su cui l’altra sera nel consiglio comunale di Sassuolo è andato in scena il “Festival della memoria corta”.

Quelli di prima, del centro-destra con l’ex assessore all’urbanistica in testa hanno avuto il coraggio di farsi paladini della zona di Mezzavia, dimenticando di essere stati quelli che l’hanno scorporata dal Progetto generale, che altrimenti non sarebbe andato avanti, perchè la proprietà di farsi carico di quest’area non aveva nessuna intenzione. Ci furono proteste diffuse in consiglio, perfino consiglieri di destra votarono contro e si dimisero per questa scelta. Aver poi buttato lì una “progettazione partecipata” col quartiere, che per prima cosa ha procurato un altro supermercato (Eurospin al posto del Diamante, altra creazione di Claudia Severi che a corrente alternata se ne gloria o se ne dimentica secondo il gradimento generale) non cambia le cose.

Ancora oggi si parla di partecipazione che con ogni probabilità si trasformerà nel decidere quanti alberi stanno in uno spartitraffico. Speriamo almeno che ci risparmino un concorso di idee da centinaia di migliaia di euro per far progettare da un’archistar la nuova rotonda….

E neanche il nulla che ne ha detto la giunta Pistoni fino all’altra sera, di Mezzavia, cambia le cose: adesso diventerà una priorità? Forse, ma magari è tardi. L’anno prossimo la Coop a Cisa Cerdisa sarà pronta e se ne andrà dal grande palazzo di via Adda, lasciando un vuoto enorme e un grado di abbandono incalcolabile. Resteranno in quello stabile gigantesco gli uffici della Cgil e alcuni studi professionali. Sul retro appartamenti chiusi per igiene pubblica, sul tetto i Testimoni di Geova. E basta. Dall’altra parte della circonvallazione un palazzo che dovrebbe essere abbattuto ormai da otto anni. Sarà il Bronx, un pezzo bello grosso di Bronx.

E si parte adesso con l’ascolto sociale dei cittadini e la progettazione su cosa vorranno fare a Mezzavia? Dovrebbero già esserci le piantine, i fondi e gli investitori, visto che come tutti hanno fatto notare, siamo al punto di arrivo di un percorso lungo 25 anni. Ora che si sarà deciso qualcosa il problema sarà probabilmente quello di cacciare le colonie di ratti a fucilate, per non parlare di tutto il resto che può annidarsi in migliaia di metri quadri svuotati e senza futuro.

La giunta Pistoni e quella che seguirà hanno davanti un lavoro lungo e dannatamente difficile. Mezzavia rischia di essere la nuova bomba innescata per la città di Sassuolo.

coop-e-multisala

Il multisala in zona Cisa Cerdisa . E’ solo un bel disegnino. Non lo vedrete mai
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...