Ma cosa c’entra ormai Sassuolo con la Filosofia?

Benvenuti a tutti i dotti ospiti e agli appassionati di filosofia, a chi ama i concetti alti, a chi riflette sulla vita e sui suoi aspetti, dai più semplici a quelli più complessi.

Siete a Sassuolo, un posto dove non si capisce cosa c’entri un Festival filosofia, tanto meno sulle “Arti”.

Siete in un luogo dove non esiste un luogo di confronto culturale che sia uno, salvo qualche inavvicinabile pagina facebook, che è solo groviglio di insulti e giudizi fatti con l’accetta.

Siete in un luogo dove pochi giorni fa una conferenza dedicata alla vita di Mohamed Alì, una delle figure più importanti del ventesimo secolo, un uomo di pace che ha fatto per l’uguaglianza quanto l’Onu in settant’anni, che ha trasformato un’eccellenza sportiva in eccellenza di vita, di pensiero e di esempio, è stata liquidata come “inopportuna”, “non adatta a stemperare i toni”. L’ardito sillogismo (aristotelico sicuramente) era Alì=Alì Babà=arabi=Isis. Pensate, cari ospiti che vi accingete alle vostre dotti prolusioni, in quale terra dell’alto pensiero vi trovate…

Del resto, siete in un luogo in cui già da anni il Festival Filosofia è oggetto di sfacciate strumentalizzazioni politiche, senza alcun riguardo per la neutralità che almeno dovrebbe idealmente ricercare. Sì, lo sappiamo che il pensiero non è mai neutro, ma un sindaco che si alza platealmente e se ne va dalla conferenza mentre il relatore parla male del suo leader; una conferenza anti-referendum infilata a tradimento all’interno dei luoghi del festival e nelle ore del festival, come vanno considerati? Irrimediabili e naturali manifestazioni di pensiero politico (filosofico?) o svilenti tentativi di tirare per la giacchetta anche una delle ultime istituzioni culturali che potevano restare al di fuori della battaglia politica fatta a martellate?

Siete anche in una terra che da sei anni non gode della presenza di un cinema e da quattro non ha un teatro nè una stagione teatrale. E al di là dei motivi contingenti che hanno portato a questa triste situazione (sulla cui soluzione l’impegno non pare proprio tenacissimo) vi pare il luogo giusto dove mettervi a parlare di “arti”? C’erano almeno tre gallerie d’arte gestite, lo sapete, amici filosofi, che adesso ce n’è una? Sapete che non ci sono sale prova musicali nè spazi dove i ragazzi possano suonare (e infatti nessuno suona più, a parte le benemerite istituzioni della Banda e della Corale, che hanno quasi cent’anni)? Di quali “arti” intendete parlarci?

E’ comprensibile, squadra che vince non si cambia, ma dopo diciassette edizioni non sarebbe ora che invece di arrivare, mangiare il “menù filosofico” (che sono poi quattro pezzi di gnocco fritto in un sacchetto con le graffette rosse), tenere la vostra dotta prolusione e ripartire, vi guardaste anche un attimo intorno? Osservaste dove siete capitati? Provaste a farvi raccontare come sono questi cittadini di Sassuolo, dove il problema principale sono i mendicanti immigrati e dove l’aggregazione e il confronto avvengono ai sit in sulla sicurezza (questo sì che stempera i toni, mica la conferenza su quell’extracomunitario di Mohamed Alì)?

Non molto tempo fa Mirandola, la patria di Pico, una terra che ha anche lottato per risollevarsi dopo un cataclisma e che avrebbe tanto da contribuire a una riflessione, aveva chiesto di far parte del Festival. Liquidata perchè il format non si cambia.

Ripensateci, egregi ospiti. O pensate a Fiorano-Formigine-Maranello, dove esistono spazi di co-working, Fablab, ludoteche e fonoteche, centri giovani che funzionano, sale prova musicali, spazi di aggregazione, riflessione e anche accoglienza.

O al comprensorio Scandiano Casalgrande, dove di teatri ne hanno addirittura due.

Mandate in castigo Sassuolo, almeno finchè avrà fatto i “compiti”, riportando in città, con nuovi luoghi e soprattutto nuove azioni cultura e pensiero, fondamentali, ormai è chiaro, anche per l’educazione dei suoi cittadini.

Comunque buon festival. Se a voi va bene così…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...