Ultras Sassuolo, 38 diffide e il tifo si autosospende

E’ arrivata l’ufficialità dei provvedimenti a carico della Curva Nord Sassuolo dopo il derby col Carpi del 2 aprile. Sono state disposte ben 38 diffide, di cui 29 di un anno e 9 per cinque anni) a carico dei tifosi neroverdi.

Colpiti da una tale falcidia, il Gruppo Curva Nord Sassuolo ha deciso di autosospendersi. Una notizia non proprio positiva per lo stadio e per la squadra, che a dispetto degli eccezionali risultati in serie A e in coppa gode ancora di un tifo estremamente affezionato ma dai numeri limitati.

Un’autospensione che fra l’altro non manca di aggiungere cenni polemici anche all’indirizzo degli altri tifosi del Sassuolo: “Prendiamo le distanze da qualunque forma di tifo possa sorgere durante la nostra assenza – dice la lettera della Curva Nord – non perchè rfiutiamo l’idea che nuove persone si avvicinino a questo mondo, ma perchè per anni nessuno ha mai dato un aiuto concreto al nostro tifo. Ripudiamo la falsità e l’ipocrisia e non ammetteremo che gruppi o club neonati prendano il nostro posto in curva”.

“Ancora una volta – concludono i tifosi – lo stato concretizza una sistematica repressione contro una forza come quella degli ultras, guidati da passione, fratellanza, coerenza. Fra uno o cinque anni torneremo più convinti che mai e più forti di prima”.

Annunci